Scuderia Autieri d'Italia


Vai ai contenuti

Il raid

Raid Pechino-Parigi 1907 2007

La partecipazione alla "Pechino-Parigi" fu l'evento che rese famoso Ettore Guizzardi.

L'idea del raid nacque dalla disputa tra costruttori di macchine se fossero migliori vetture leggere e, quindi anche poco potenti, o vetture robuste, ma pesanti e potenti.

Il giornale parigino Le Matine rilev˛ la questione e lanci˛ l'idea del raid. Si iscrissero ventidue equipaggi ma il 10 giugno alla partenza da Pechino si presentarono solo 5 vetture: Francia e Olanda che schierarono vetture leggere mentre l'Italia una macchina pesante.

La squadra italiana era composta dal principe Scipione Borghese e dal suo fido meccanico e autista Ettore Guizzardi cui si aggiunse un noto giornalista viterbese, Luigi Barzini.

Il Principe si iscrisse con una Itala 35/45 HP strttamente di serie adattata alla bisogna solo nella carrozzeria. Le vetture partirono da Pechino alla mattina del 10 giugno 1907.

L'Itala stacc˛ tutti tanto da coprire l'intero percorso di circa 16000 km in 60 giorni di cui solo 44 di viaggio effettivo.

Giunse a Parigi il 10 agosto, gli altri concorrenti 20 giorni dopo.


Home Page | chi siamo | Associazione Naz. Autieri d'Italia | Scuderia Autieri d'Italia | Gli Autieri ieri e oggi | Raid Pechino-Parigi 1907 2007 | Links | news | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu