Scuderia Autieri d'Italia


Vai ai contenuti

L'Itala

Raid Pechino-Parigi 1907 2007

La marca automobilistica Itala venne fondata oltre 100 anni fa, nel settembre del 1904 a Torino. Questo marchio automobilistico, pur appartenendo a una marca ormai scomparsa da parecchio tempo (circa 70 anni) Ŕ uno dei pochi di cui, in un modo o nell'altro, si sia tramandata una memoria particolare, in qualche misura viva e piena di suggestione.

Torinese il primo, che fu direttore tecnico dell'Itala dal 1904 al 1919; e torinese d'adozione il secondo, che dopo essere stato progettista all'Aquila Italiana ed alla Fiat fino al 1924, pass˛ all'Itala, sia pure in un rapporto di progettista-consulente che mantenne fino alla chiusura dell'azienda, per poi collaborare con l'Ansaldo, la Breda, l'Alfa Romeo e la Cemsa.
La quotazione in borsa delle azioni Itala, all'inizio del 1906, pass˛ dal valore nominale di 25 lire per azione a 346 lire, il bilancio registr˛ un attivo di 2 milioni 275 mila lire, venne deliberata la costruzione di un nuovo grandioso stabilimento in Barriera di Orbassano (a Torino), l'accoglienza dei modelli da turismo da parte del pubblico (modelli tutti con trasmissione cardanica, mentre la quasi totalitÓ dei concorrenti optava per la trasmissione a catena) era entusiastica, ed anche le vittorie sportive non mancavano.

Attualmente la vettura originale Ŕ esposta presso il Museo dell'Auto di Torino.

Home Page | chi siamo | Associazione Naz. Autieri d'Italia | Scuderia Autieri d'Italia | Gli Autieri ieri e oggi | Raid Pechino-Parigi 1907 2007 | Links | news | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu